Iridologia

L’iridologia è una tecnica diagnostica della medicina alternativa, che valuta lo stato di salute di un individuo, attraverso l’osservazione delle sue iridi.

Mappatura Iride Umano

Secondo gli iridologi, infatti, dalle caratteristiche delle iridi è possibile capire, se una persona soffre di un qualche disturbo a un ben determinato organo umano.


L’iridologia fonda le proprie teorie sull’idea che le iridi rappresentino una mappatura anatomica del corpo umano.

Secondo gli iridologi, le iridi equivarrebbero a carte topografiche su cui è riprodotta, in zone ben precise, la mappa degli elementi anatomici del corpo umano.
Sulla base di tali principi, per gli iridologi, l’osservazione delle iridi rappresenterebbe uno strumento diagnostico, in quanto, da un’anomalia o un’irregolarità dell’iride destra o dell’iride sinistra, è possibile capire quale organo o parte del corpo è sofferente.
Gli iridologi tengono a precisare che il loro metodo diagnostico permette di:

  • Individuare la sede della sofferenza, ma non di capire con precisione il tipo di malattia presente.
  • Capire se, in passato, una determinata parte del corpo umano ha sofferto di un qualche disturbo (es: frattura ossea).

L’IRIDE COME MAPPA DEL CORPO UMANO

A mappare le iridi – ossia a individuare sulle iridi le zone corrispondenti ai vari organi del corpo umano – fu il noto iridologo di nome Bernard Jensen (1908-2001).
Durante il suo lavoro di mappatura delle iridi, Jensen individuò 166 aree (o zone), 80 sull’iride destra e 86 sull’iride sinistra.
Inoltre, pensò che, per semplificare la consultazione delle mappe risultanti, fosse opportuno suddividere le singole iridi come il quadrante di un orologio.